500 Club Italia Multimedia

500 Sport - storia e immagini

  • anno : 1958

Nonostante questi interventi, il successo per la 500 stentava ancora a decollare e cosi la Fiat tentò un'ulteriore ardita operazione commerciale realizzando una versione sportiva della vettura che la rendesse particolarmente popolare fra i giovani e fra tutti coloro che pensavano che un'auto cosi piccola potesse essere solo un ripiego nei confronti di una maggiore cilindrata. Venne cosi messo a punto il propulsore tipo 110.004 che andò ad equipaggiare, a partire da settembre del 1958, la "500 Sport". Esteticamente si distingueva dalla Nuova 500 Normale esclusivamente per il tetto interamente metallico, solcato da tre nervature longitudinali, per la mancanza delle molure sulle fiancate e per la colorazione che era esclusivamente bianca con vistose strisce sulle fiancate in colore rosso, così come i cerchi delle ruote. Numerose erano invece le modifiche dal punto di vista meccanico, a partire dall'innalzamento della cilindrata a 499,5 cc mediante l'aumento della corsa a 67,4 mm. Con un rapporto di compressione di 8,6:1 si ottenevano ben 21,5 Cv a 4.600 girl/min., consentendo una velocita massima di oltre  105 km/h. Completavano la modifica un nuovo albero a camme in acciaio, anziché in ghisa, il carburatore invertito Weber 26 IMB 2, un diverso profilo delle camere di scoppio, molle e valvole maggiorate, pistoni profilati, condotti di aspirazione e scarico lucidati, puleggia della ventola di maggiore diametro (per ridurre i giri e di conseguenza la potenza assorbita) e rapporto al ponte di 8/39. Il prezzo della Sport fu fissato a 615.000 Lire. Accanto alla versione con tetto metallico, fu offerta anche la Sport Trasformabile, con tetto in tela, che costava 65.000 lire in meno ma fu realizzata in un numero davvero limitatissimo di esemplari. Il genere degli interventi sulla 500 Sport, caratteristici più di una costruzione artigianale che di una produzione industriale in grande serie, difficilmente potrebbe essere però stato compensato anche dall'aumento di 125.000 lire, ma si trattava pur sempre di un investimento nell'immagine, ed i risultati non si fecero attendere, primo fra tutti la conquista dei primi quattro posti alla 12 Ore di Hockenheim del 26 maggio 1958.
Contemporaneamente il motore delle versioni normali venne potenziato a 16,5 Cv grazie ad un aumento del rapporto di compressione a 7:1.

 

Tratto da "Fiat 500, Guida all'acquisto" di Alessandro Sannia, All Media Editore 2009

Video 500 Club Italia

Museo della 500

Museo Multimediale della Fiat 500 - Centro di documentazione ed educazione stradale.

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Il trattamento di tali informazioni è fatta conformemente a ciò che è previsto dalla Legge, per saperne di più visualizza termini e condizioni.

Accetto i cookie da questo sito.